Ultima modifica: 5 Settembre 2020

Comunicazione num 2 – comunicazione rivolta a tutto il personale, gli studenti e le famiglie degli alunni e a tutti coloro che dovessero a qualsiasi titolo entrare nella scuola, circa le Regole fondamentali di prevenzione e contenimento della diffusione del sars-cov-2 , da adottarsi ed osservare in tutti gli ambienti della scuola

Comunicazione n. 2 del 05/09/2020
Prot. n. 2500/A23 del 05/09/2020

 Ai docenti ed ATA
 Alle famiglie
 Consiglio d’Istituto
 Albo pretorio e sito web

Oggetto: comunicazione rivolta a tutto il personale, gli studenti e le famiglie degli alunni e a tutti coloro che dovessero a qualsiasi titolo entrare nella scuola, circa le Regole fondamentali di prevenzione e contenimento della diffusione del sars-cov-2 , da adottarsi ed osservare in tutti gli ambienti della scuola

Visti i seguenti riferimenti normativi

_d.lgs.16 aprile 1994/n.297, testo unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado;
_d.p.r.8 marzo 1999/n.275, regolamento dell’autonomia scolastica;
_legge 13 luglio 2015/n.107, riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti;
_d.lgs.9 aprile 2008/ n.81, testo unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;
_legge 22 maggio 2020/n.35, conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da covid-19;
_decreto-legge 8 aprile 2020/n.22, misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di stato;
_decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da covid-19;
_documento tecnico sull’ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico, tramesso dal cts – dipartimento della protezione civile in data 28 maggio 2020 e il verbale n.90 della seduta del cts del 22 giugno 2020;
_documento “quesiti del ministero dell’istruzione relativi all’inizio del nuovo anno scolastico”, tramesso dal cts – dipartimento della protezione civile in data 7 luglio 2020;
_d.m.26 giugno 2020/n.39, adozione del documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le istituzioni del sistema nazionale di istruzione per l’anno scolastico 2020/2021 (piano scuola 2020/2021);
_d.m.7 agosto 2020/n.89, adozione delle linee guida sulla didattica digitale integrata, di cui al decreto del ministro dell’istruzione 26 giugno 2020/n.39;
_c.c.n.l. comparto istruzione e ricerca 2016-2018 del 19 aprile 2018;
_c.c.n.l. comparto scuola 2006-2009 del 29 novembre 2007;
_protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del covid-19 negli ambienti di lavoro del 14 marzo 2020 e successivo aggiornamento del 24 aprile 2020;
_protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del covid-19 negli ambienti di lavoro dell’istituto, prot. N. 2918/2020;
_protocollo d’intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di covid-19 del 6 agosto 2020;
_circolare n.5443 del 22 febbraio 2020 del ministero della salute, covid- 2019. Nuove indicazioni e chiarimenti;
_linee guida e le note in materia di contenimento della diffusione del sars- cov-2 in ambito scolastico e l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2020/2021 emanate dal comitato tecnico- scientifico e dai diversi uffici scolastici regionali;

_“gestione delle operazioni di pulizia, disinfezione e sanificazione nelle strutture scolastiche”, inail 2020;
_piano triennale dell’offerta formativa 2019-2022;
-delibera della regione toscana che fissa l’inizio dell’a.s. Nella data del 14 settembre 2020;

Il dirigente scolastico

informa tutti i docenti ed Ata, gli alunni, ,le famiglie , i fornitori esterni, esperti esterni, i tecnici ,le ditte e chiunque sia autorizzato ad accedere, anche in modo occasionale, agli ambienti scolastici sugli obblighi/doveri sotto riportati:

  • l’obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di temperatura oltre i 37.5° o altri sintomi simil-influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l’autorità sanitaria;
  • il divieto di fare ingresso o di poter permanere nei locali scolastici laddove, anche successivamente all’ingresso, sussistano le condizioni di pericolo (sintomi simil-influenzali, temperatura oltre 37.5°,
  • provenienza da zone a rischio o contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti, etc.), stabilite dalle autorità sanitarie competenti;
  • l’obbligo di rispettare tutte le disposizioni delle autorità e del dirigente scolastico (in particolare, mantenere il distanziamento fisico di un metro, indossare la mascherina, osservare le regole di igiene delle mani e tenere comportamenti corretti sul piano dell’igiene e del distanziamento);
  • l’obbligo per ciascun lavoratore di informare tempestivamente il dirigente scolastico o un suo delegato della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante l’espletamento della propria prestazione lavorativa o della presenza di sintomi negli studenti presenti all’interno dell’Istituto.
    Porta inoltre a conoscenza di tutto il personale e degli utenti quanto segue:
  • l’eventuale ingresso del personale e degli studenti già risultati positivi all’infezione da covid-19 deve essere preceduto da una preventiva comunicazione avente ad oggetto la certificazione medica da cui risulti la “avvenuta negativizzazione” del tampone secondo le modalità previste e rilasciata dal dipartimento di prevenzione territoriale di competenza.
  • non sarà consentito l’accesso dei genitori o altri adulti all’interno dei locali scolastici se non per motivi oggettivamente indifferibili, previo appuntamento fissato con contatto telefonico. In ogni caso dovranno sempre essere rispettate le regole sul distanziamento, evitati contatti fisici ravvicinati, indossate le mascherine protettive, evitando contatti tra l’adulto estraneo ed i bambini/alunni. In caso di necessità , ritenuta indifferibile dopo attenta valutazione da parte del personale docente ed Ata, sarà consentito ricevere una sola persona per volta mantenendo il distanziamento di 1.00 mt , sempre con mascherina indossata. Eventuali incontri/ricevimenti/colloqui indifferibili dovranno svolgersi prioritariamente in aree aperte, sempre mantenendo la dovuta distanza e l’uso della mascherina ;
  • viene privilegiato il ricorso ordinario alle comunicazioni a distanza;
  • vengono limitati gli accessi ai casi di effettiva necessità amministrativo-gestionale ed operativa, possibilmente previa prenotazione e relativa programmazione contattando i numeri di telefono della scuola
  • in ogni plesso scolastico è istituito un registro dei visitatori ammessi dove ogni persona che accede alla scuola riporta i dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita, luogo di residenza), i relativi recapiti telefonici, nonché della data di accesso e il tempo di permanenza;
  • in ogni plesso scolastico è stata predisposta segnaletica orizzontale e verticale con le indicazioni dei percorsi, distanziamento, punti di accesso all’edificio e ai cancelli esterni, norme di comportamento e di igiene.

REGOLE ORGANIZZATIVO-GESTIONALI

1) le 5 regole per il rientro a scuola in sicurezza, per i ragazzi/bambini della scuola dell’infanzia , primaria secondaria di primo grado e per i loro genitori:
Torniamo a scuola più consapevoli e responsabili: insieme possiamo proteggerci tutti, Se hai sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore) parlane subito con i
genitori e non venire a scuola.

Quando sei a scuola indossa una mascherina, per la protezione del naso e della bocca, salvo quando
non necessario o previsto dalla normativa vigente, ad esempio per i bambini della scuola dell’infanzia

Segui le indicazioni degli insegnanti e rispetta la segnaletica.

Mantieni sempre la distanza di 1 metro, evita gli assembramenti (soprattutto in entrata e uscita) e il contatto fisico con i compagni.

Lava frequentemente le mani o usa gli appositi dispenser per tenerle pulite; evita di toccarti il viso e la mascherina.

Si ricorda infine che : SONO SINTOMI RICONDUCIBILI AL COVID-19, OVVERO ALLA MALATTIA INFETTIVA DA CORONAVIRUS SARS-COV-2, FEBBRE CON TEMPERATURA SUPERIORE AI 37,5°C, BRIVIDI, TOSSE SECCA, SPOSSATEZZA, INDOLENZIMENTO, DOLORI MUSCOLARI, DIARREA, PERDITA DEL GUSTO E/O DELL’OLFATTO, DIFFICOLTÀ RESPIRATORIA, FIATO CORTO.

2) Regole generali di comportamento

A tutti i componenti della comunità scolastica (personale scolastico, studenti, componenti del nucleo familiare) e a tutti soggetti esterni che accedano agli edifici della scuola e alle sue pertinenze è fatto obbligo, per tutta la durata della loro permanenza a scuola, di

a) indossare la mascherina chirurgica, tranne nei casi specificamente previsti;
b) mantenere la distanza fisica interpersonale di almeno 1 metro e rispettare attentamente la segnaletica;
C) disinfettare periodicamente le mani con gel igienizzante, o acqua e sapone secondo le buone prassi suggerite dagli organi competenti (istituto superiore di sanità, organizzazione mondiale della sanità), in particolare prima di accedere alle aule e ai laboratori, subito dopo il contatto con oggetti di uso comune, dopo aver utilizzato i servizi igienici, dopo aver buttato il fazzoletto e prima e dopo aver mangiato.
Le collaboratrici e i collaboratori scolastici , i docenti, che vi permangono sono tenuti ad arieggiare periodicamente, almeno ogni ora per almeno 10 minuti, i locali della scuola, compresi i corridoi, le palestre, gli spogliatoi, le sale riservate agli insegnanti, gli uffici e gli ambienti di servizio. Nel caso in cui un componente della comunità scolastica (personale scolastico, studentesse e studenti, componenti del nucleo familiare) o un qualsiasi soggetto esterno che abbia avuto accesso agli edifici della scuola e alle sue pertinenze negli ultimi 14 giorni risulti positivo al sars-cov-2, anche in assenza di sintomi, la persona stessa se maggiorenne, o chi ne esercita la responsabilità genitoriale se minorenne, è tenuta a darne notizia al dirigente scolastico o ad un suo collaboratore, per consentire il monitoraggio basato sul tracciamento dei contatti stretti in raccordo con il dipartimento di prevenzione locale al fine di identificare precocemente la comparsa di possibili altri casi.

3) il ruolo dei genitori (responsabilità genitoriale)

In relazione all’obiettivo di contenere i rischi di contagio da sars-cov-2, l’intera comunità scolastica è chiamata ad adottare misure di propria competenza. Per prevenire e contrastare la diffusione del virus. I genitori di tutti gli studenti devono monitorare con attenzione lo stato di salute dei propri figli e di loro stessi (nell’eventualità di incontri a scuola) . La scuola dispone di termometri e, in qualsiasi momento, potrà farne uso per monitorare le situazioni dubbie, ma anche a campione all’ingresso a scuola.
Le famiglie degli studenti sono chiamate alla massima collaborazione nel monitoraggio dello stato di salute di tutti i loro componenti, nel rispetto delle norme vigenti e delle presenti Indicazioni e del patto educativo di corresponsabilità, e quindi chiamate all’adozione di comportamenti personali e sociali responsabili che contribuiscano a mitigare i rischi di contagio.

Nel caso in cui le studentesse e gli studenti avvertano sintomi associabili al covid-19, devono rimanere a casa ed è necessario consultare telefonicamente un operatore sanitario quale il medico di famiglia, la guardia medica o il numero verde regionale Le specifiche situazioni delle studentesse e degli studenti in condizioni di fragilità saranno valutate in raccordo con il dipartimento di prevenzione territoriale, il medico competente e il medico di famiglia, fermo restando l’obbligo per la famiglia stessa di rappresentare tale condizione alla scuola in forma scritta e documentata. Le specifiche situazioni degli alunni in condizioni di fragilità saranno «valutate in raccordo con il dipartimento di prevenzione territoriale ed il pediatra/medico di famiglia, fermo restando l’obbligo per la famiglia stessa di rappresentare tale condizione alla scuola in forma scritta e documentata».

4 ) modalità generali di ingresso nei locali della scuola
L’accesso agli edifici scolastici e alle loro pertinenze è vietato nei seguenti casi:
__in presenza di febbre oltre 37.5°c o altri sintomi influenzali riconducibili al covid-19. In tal caso è necessario rimanere a casa e consultare telefonicamente un operatore sanitario qualificato, ovvero il medico di famiglia, il pediatra di libera scelta, la guardia medica o il numero verde regionale.

__a chiunque, negli ultimi 14 giorni, abbia avuto contatti stretti con soggetti risultati positivi al sars- cov-2 o provenga da zone a rischio che eventualmente saranno segnalate dalle autorità nazionali o regionali
-a chiunque non sia autorizzato

..l’ingresso a scuola di studentesse, studenti e lavoratori già risultati positivi all’infezione da covid- 19 dovrà essere preceduto dalla trasmissione via mail all’indirizzo della scuola della certificazione medica che attesta la negativizzazione del tampone secondo le modalità previste e rilasciata dal dipartimento di prevenzione territoriale di competenza.
.è istituito e tenuto presso gli ingressi delle sedi dell’istituto un registro degli accessi agli edifici scolastici da parte dei fornitori e degli altri soggetti esterni alla scuola, (con indicazione, per ciascuno di essi, dei dati anagrafici dei relativi recapiti telefonici, nonché della data di accesso).
L’accesso dei fornitori esterni e dei visitatori è consentito solamente nei casi di effettiva necessità amministrativo gestionale ed operativa, previa prenotazione e calendarizzazione, ed è subordinato alla registrazione dei dati di cui all’articolo precedente e alla sottoscrizione di una dichiarazione, ai sensi del d.p.r. 445/2000, 5_.ogni componente della scuola è a conoscenza dell’obbligo previsto dall’art. 20 comma 2 lett. E) del d.lgs. 81/2008 di segnalare immediatamente al dirigente/delegato qualsiasi eventuale condizione di pericolo per la salute, tra cui sintomi influenzali riconducibili al covid-19, provenienza da zone a rischio o contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti, e in tutti i casi in cui la normativa vigente impone di informare il medico di famiglia e l’autorità sanitaria e di rimanere al proprio domicilio;
Ogni componente, docente o ATA, della scuola , a partire dal 14 settembre ,si impegnerà autonomamente e giornalmente , prima di fare ingresso nella scuola alla rilevazione , autonoma ,della temperatura corporea e in caso dovesse risultare superiore a 37,5°c

-a non recarsi presso l’Istituto scolastico a dichiarare tempestivamente se è stato sottoposta/o alla misura della quarantena o dell’isolamento fiduciario con sorveglianza sanitaria ai sensi della normativa in vigore e di darne tempestiva comunicazione qualora la situazione mutasse o si verificasse.

-a dichiarare tempestivamente di avere famigliari o conviventi risultati positivi al covid19 vigore e di darne tempestiva comunicazione qualora la situazione mutasse o si verificasse.

-a dichiarare tempestivamente se cambiano le suddette condizioni.

-a rispettare tutte le prescrizioni contenute in queste Indicazioni del Dirigente scolastico e della normativa vigente .

Nel fare accesso alla scuola. In particolare:

 mantenere la distanza di sicurezza (un metro)

 osservare le regole di igiene generali ed in particolare di igiene delle mani

 utilizzare i dpi di protezione delle vie respiratorie (Uso della mascherina) durante l’ingresso

 il transito nei corridoi/scale e l’uscita

 a informare tempestivamente il dirigente scolastico/delegato della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante la permanenza nell’istituto, avendo cura di rimanere ad adeguata distanza dalle persone presenti.

Nei casi sospetti o in presenza di dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni, il personale scolastico autorizzato può procedere, anche su richiesta della persona interessata, al controllo della temperatura corporea tramite dispositivo scanner senza la necessità di contatto. Se tale temperatura risulterà superiore ai 37,5°c, non sarà consentito l’accesso.

In caso di lavoratori dipendenti di aziende che operano all’interno dei locali della scuola (es. Manutentori, fornitori, etc.) che risultassero positivi al tampone covid-19, nei 14 giorni successivi all’accesso nel comprensorio scolastico, il datore di lavoro dovrà informare immediatamente il dirigente scolastico ed entrambi dovranno collaborare con il dipartimento di prevenzione territoriale di competenza fornendo elementi per il tracciamento dei contatti.

5) modalità di ingresso e uscita _modalità didattiche. Transito durante le attività

Tutta la comunità scolastica dovrà rispettare la segnaletica relativi ai sensi di marcia, mantenere ordinatamente il distanziamento fisico dalle altre persone presenti ed entrare ed uscire senza attardarsi nei luoghi di transito. . Ad ogni componente della comunità scolastica è fatto rigoroso divieto di transitare in zone non previste per lo svolgimento delle attività didattiche e ogni spostamento sarà effettuato indossando la mascherina (salvo casi eccezionali e previsti dalla normativa vigente).

Gli ingressi e uscite saranno differenziati e al momento, nella prima fase sperimentale di tre settimane, prevedono orari e varchi d’accesso diversificati , uscite a orari scaglionati.

L’istituzione scolastica prevede una differenziazione dei percorsi interni e dei punti di ingresso e di uscita, con adeguata segnaletica orizzontale- verticale sul distanziamento necessario e sui percorsi da seguire, oltre alla pulizia approfondita e all’aerazione frequente e adeguata degli spazi.

L’eventuale ingresso del personale e degli studenti già risultati positivi all’infezione da covid-19 deve essere preceduto da una comunicazione con la certificazione medica da cui risulti l'”avvenuta negativizzazione” del tampone rilasciata dal dipartimento di prevenzione territoriale.

I genitori degli alunni/bambini si dovranno impegnare nel verificare e controllare quotidianamente prima dell’accesso a scuola il possesso dei ‘Requisiti di salute’ dei propri figli:
OSSIA
L’insussistenza delle seguenti condizioni di pericolo che precludono l’accesso in ogni plesso scolastico:

  • Sintomi di influenza _ temperatura oltre 37,5° (negli ultimi tre giorni).
  • Avere avuto contatti _ negli ultimi 14 giorni _ con soggetti risultati positivi al covid-19 (persone malate e/o contagiate).
  • Avere avuto contatti _ negli ultimi 14 giorni _ con soggetti provenienti da zone a rischio secondo le indicazioni dell’oms.
  • Garantire costante reperibilità telefonica per ricevere eventuali informazioni e/o richieste della scuola
    Inoltre si impegneranno a far rispettare ai propri figli, in linea con la corresponsabilità educativa, le seguenti indicazioni :
     mantenere la distanza di sicurezza (un metro)
     osservare le regole di igiene generali ed in particolare di igiene delle mani
     utilizzare i DPI di protezione delle vie respiratorie (uso della mascherina) durante l’ ingresso ,il transito nei corridoi/scale/accesso ai servizi igienici l’uscita e secondo le indicazioni impartite dal ministro della salute e comunicate dal dirigente.
     a informare tempestivamente il dirigente scolastico/delegato della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante la permanenza nell’istituto, avendo cura di rimanere ad adeguata distanza dalle persone presenti.

6) operazioni di ingresso e di uscita degli studenti per le lezioni

Al suono della campana di ingresso ogni componente della comunità scolastica deve raggiungere le aule didattiche assegnate, attraverso i canali di ingresso assegnati a ciascun settore degli edifici scolastici, in maniera rapida e ordinata, e rispettando il distanziamento fisico ed indossando la
mascherina..
Una volta raggiunta la propria aula, le studentesse e gli studenti prenderanno posto al proprio banco senza togliere la mascherina. Durante le operazioni di ingresso e uscita non è consentito sostare nei corridoi e negli altri spazi comuni antistanti le aule e, una volta raggiunto, non è consentito alzarsi dal proprio posto. La mascherina sarà tolta su indicazione del docente, quando tutti gli alunni risulteranno seduti ai banchi, nel rispetto del dovuto distanziamento tra le “rime buccali, di almeno 1 mt. Tutti i banchi sono posizionati con appositi riferimenti adesivi sul pavimento e distanziati nel rispetto delle indicazioni del CTS e del Ministero. Allo stesso modo le cattedre garantiscono un distanziamento di 2 metri dalle postazioni degli alunni.
I docenti dovranno essere presenti a in classe 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni per accogliere gli studenti/alunni Le operazioni di uscita al termine delle lezioni, seguono, sostanzialmente, le regole di un’uscita ordinata entro la quale studentesse e studenti devono rispettare il distanziamento fisico.
Il personale scolastico è tenuto ad assicurare il servizio di vigilanza per tutta la durata delle operazioni di uscita.

7) misure di prevenzione riguardanti lo svolgimento delle attività didattiche
Ciascuna aula della scuola ha una capienza indicata e nota. Durante lo svolgimento delle attività didattiche, le studentesse, gli studenti e gli insegnanti sono tenuti a mantenere il distanziamento fisico interpersonale di almeno 1 metro nelle aule, nei laboratori e negli altri ambienti scolastici, e di almeno 2 metri nelle palestre.
All’interno delle aule e dei laboratori della scuola sono individuate :le aree didattiche entro cui sono posizionati la cattedra, la lavagna e gli altri strumenti didattici di uso comune. Il corretto posizionamento dei banchi è indicato da adesivi segnalatori posti sul pavimento in corrispondenza della propria sedia
Durante le attività in aula le studentesse e gli studenti possono togliere la mascherina durante la permanenza al proprio posto e solo in presenza dell’insegnante e quando tutti gli alunni risultano seduti. Le studentesse e gli studenti possono togliere la mascherina anche durante le attività sportive in palestra le quali possono essere svolte solo in presenza degli insegnanti incaricati, mantenendo 2 mt di distanza.
Nel caso in cui una sola studentessa alla volta o un solo studente alla volta siano chiamati a raggiungere l’area didattica o abbiano ottenuto il permesso di uscire dall’aula , dovranno indossare la mascherina prima di lasciare il proprio posto e contemporaneamente anche gli alunni pur seduti che si trovassero lungo il percorso , anche se seduti, dovranno indossare la mascherina.. Una volta raggiunta l’area didattica, la studentessa o lo studente può togliere la mascherina purché sia mantenuta la distanza interpersonale minima dall’insegnante. Pertanto, è bene che la mascherina sia sempre tenuta a portata di mano La mascherina va sempre indossata quando vengono effettuati degli spostamenti all’interno o all’esterno della classe, anche verso e dai servizi igienici.
Il mancato rispetto delle regole da parte di alcuni alunni o dell’intera classe verrà opportunamente rilevato e sanzionato.
Le aule e gli altri spazi didattici , devono essere frequentemente areati ad ogni cambio di ora per almeno 5 minuti e ogni qual volta uno degli insegnanti in aula lo riterrà necessario.
Durante i tragitti a piedi per raggiungere altre zone della scuola come le palestre o mense, gli studenti e gli insegnanti devono mantenere il distanziamento fisico di 1 metro e rispettare la normativa vigente in materia di prevenzione del contagio da sars-cov-2 nei luoghi pubblici al chiuso e all’aperto

8)accesso ai servizi igienici

  1. L’accesso ai servizi igienici della scuola è contingentato, con ingresso di un solo alunno/a nel locale , anche in presenza di più bagni separati nel locale . All’ingresso dii ogni servizio igienico, per alunni o personale, sarà collocato un semaforo rosso/verde per indicare locale libero o occupato.
    Chiunque acceda ai servizi igienici si dispone in una fila ordinata e distanziata, indossando la mascherina e disinfetta le mani con gel igienizzante prima di entrare in bagno, attendendo il proprio turno sull’apposito segnale” Aspetta qui”.
  2. Chiunque acceda ai servizi igienici ha cura di lasciare il bagno in perfetto ordine. Prima di uscire, disinfetta le mani con gel igienizzante o le lava nuovamente con acqua e sapone.

Chiunque noti che i bagni non sono perfettamente in ordine, ha cura di segnalare subito il problema alle collaboratrici e ai collaboratori scolastici e questi provvederanno tempestivamente a risolverlo come indicato dalle norme e dai regolamenti di prevenzione richiamati nella premessa del presente documento.

Al fine di limitare assembramenti, l’accesso delle studentesse e degli studenti ai servizi igienici sarà consentito solamente durante l’orario di lezione, previo permesso accordato dall’insegnante, il quale è incaricato di valutare la sensatezza e la frequenza delle richieste

9) riunioni – inserimento materna – ricreazione

Eventuali riunioni in presenza degli organi collegiali e dei diversi gruppi di lavoro dei docenti, convocate dal dirigente scolastico o dai docenti coordinatori, nonché le riunioni di lavoro e sindacali del personale della scuola devono svolgersi all’interno di ambienti scolastici idonei ad ospitare in sicurezza tutti i partecipanti, nel rispetto della capienza di ciascun locale, con lo scrupoloso rispetto delle misure di distanziamento fisico indicate nel presente regolamento.

Durante tali riunioni le persone presenti possono togliere la mascherina purché sia rispettato con attenzione il distanziamento fisico interpersonale di almeno 1 metro. Si favoriscono comunque, quando possibile, riunioni in spazi aperti.
. 3. Se non strettamente opportuno, è comunque consigliato lo svolgimento di tali riunioni in videoconferenza. In particolare le riunioni degli organi collegiali possono essere convocate dal dirigente scolastico nel rispetto del vigente regolamento per lo svolgimento delle sedute degli organi collegiali in videoconferenza.

Almeno fino a tutto il 2020 sono sospese le riunioni/assemblee/ricevimenti in presenza dei genitori, in spazi chiusi, mentre saranno possibili incontri a piccoli gruppi nei giardini con il rispetto delle dovute regole sul distanziamento e sull’uso delle mascherine.
Anche gli inserimenti dei bambini nella scuola dell’infanzia saranno organizzati negli spazi aperti o sotto i loggiati parzialmente coperti , sempre con le dovute regole sul distanziamento e uso della mascherina , a cui le docenti dell’infanzia accompagneranno visiera in plexiglas, fornita dall’Istituto La ricreazione nella scuola primaria e secondaria, almeno nel primo periodo delle lezioni, fase di sperimentazione della gestione organizzativa , verrà effettuata seduti al banco, nel rispetto del metro di distanza e quando tutti gli alunni avranno terminato di consumare alimenti e bevande, solo dopo aver indossato la mascherina ,potranno alzarsi e muoversi all’interno della classe, o nel corridoio secondo una turnazione eventualmente stabilita , nel rispetto delle distanze di sicurezza;
se il docente lo riterrà possibile.
In alternativa, quando le condizioni del tempo lo permetteranno e a discrezione del docente presente, nel rispetto delle regole sul distanziamento e sull’uso della mascherina, gli alunni della scuola primaria , potranno svolgere la ricreazione nei giardini in aree assegnate e definite, sempre se i docenti lo riterranno fattibile.
In ogni caso si avrà cura di favorire il necessario ricambio dell’aria all’interno delle aule ordinarie.
A tutte le persone presenti a scuola è fatto obbligo di adottare tutte le precauzioni igieniche, in particolare il lavaggio frequente con acqua e sapone e l’igienizzazione con gel specifico delle mani, in particolare dopo il contatto con oggetti di uso comune.

La scuola mette a disposizione idonei mezzi detergenti per le mani. Nei servizi igienici sono posizionati distributori di sapone, inoltre, negli uffici di segreteria, nei principali locali ad uso comune e in prossimità degli ingressi e delle uscite sono presenti distributori di gel igienizzante, così come in ogni aula.

10) precauzioni igieniche personali

Ad ogni componente della comunità scolastica non è consentito lo scambio di materiale didattico (libri, quaderni, penne, matite, attrezzature da disegno, altro) né di altri effetti personali (denaro, dispositivi elettronici, accessori di abbigliamento, etc.), durante tutta la loro permanenza a scuola.
Pertanto è necessario che le studentesse e gli studenti valutino attentamente quali materiali didattici, dispositivi elettronici e altri effetti personali portare giornalmente a scuola. Si consigliano i docenti almeno nella prima fase di limitare allo stretto necessario i materiali che gli alunni devono portare a scuola, sia per non appesantire gli zaini, sia per evitare accumuli , vista anche la presenza ridotta di armadietti , rimossi per garantire l’adeguatezza degli spazi.

11) pulizia e sanificazione della scuola

Le collaboratrici e i collaboratori scolastici assicurano la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni.
Il piano di pulizia deve includere: – gli ambienti di lavoro e le aule; – le palestre; – le aree comuni; – le aree ristoro e mensa; – i servizi igienici e gli spogliatoi; – le attrezzature e postazioni di lavoro o laboratorio ad uso promiscuo; – materiale didattico; – le superfici comuni ad alta frequenza di contatto (es. pulsantiere, passamano).
Per le superfici che possono essere danneggiate dall’ipoclorito di sodio, utilizzare etanolo (alcol etilico) al 70% dopo pulizia con un detergente neutro. Per la pulizia ordinaria delle grandi superfici è sufficiente utilizzare i comuni detersivi igienizzanti e sodio ipoclorito (candeggina) all’1% Per le piccole superfici quali maniglie di porte e armadi, manici di attrezzature, arredi etc. E attrezzature quali tastiere, schermi touch e mouse è necessaria la pulizia e la disinfezione con adeguati detergenti con etanolo al 70%.
Durante le operazioni di pulizia con prodotti chimici, assicurare la ventilazione degli ambienti.
Vanno pulite con particolare attenzione tutte le superfici toccate di frequente, quali superfici di muri, porte e finestre, superfici dei servizi igienici e sanitari.
Le operazioni di pulizia devono essere condotte da personale che indossi mascherine chirurgiche /FFP2 e guanti monouso.
12) gestione delle persone adulte /bambini sintomatiche all’interno dell’istituto Nel caso in cui una persona presente nella scuola sviluppi febbre o altri sintomi che suggeriscano una diagnosi di covid-19, la persona interessata deve darne notizia al dirigente scolastico o a uno dei suoi collaboratori e deve essere immediatamente accompagnata all’interno di un ambiente appositamente individuato per l’emergenza (_aula covid) e si deve provvedere al suo immediato rientro al proprio domicilio. Nel caso i sintomi riguardino una studentessa o uno studente, il personale incaricato alla sua vigilanza deve mantenere una distanza minima di 2 metri.

  1. Nel caso i sintomi riguardino una studentessa o uno studente, la scuola convoca a tale scopo un
    genitore o una persona maggiorenne delegata dai genitori o da chi esercita la responsabilità
    genitoriale.
  2. Per i casi confermati, le azioni successive saranno definite dal dipartimento di prevenzione
    territoriale competente, sia per le misure di quarantena da adottare, sia per la riammissione a scuola
    secondo l’iter procedurale previste dal “protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il
    contrasto e il contenimento della diffusione del virus covid-19 negli ambienti di lavoro” del 24
    aprile 2020 (punto 11 – gestione di una persona sintomatica in azienda).

Il dirigente scolastico dispone che le presenti Indicazioni/Regole siano pubblicate sul sito web e all’albo
pretorio on line con funzione di notifica al personale docente, Ata, alle famiglie ed alunni e a tutti coloro
che faranno ingresso nei plessi.
Dispone inoltre la pubblicazione nell’apposita sezione del sito denominata ANNO SCOLASTICO 20/21 e
nello specifico in INFORMAZIONI GENERALI al Link http://icvicopisanoalpi.edu.it/informazioni-generali-20-
21/




Link vai su